Sottoponiamo alla Vostra attenzione alcuni consigli per poter far eseguire la verifica ai sensi del DPR 462/01.

 

Breve descrizione delle prove che verranno eseguite:

Analisi della documentazione.

In questa fase si analizzerà la disponibilità, l'adeguatezza e la rispondenza della documentazione richiesta all'effettivo stato dell'impianto.

Si richiede di procurare anticipatamente la seguente documentazione:

a) Modello B (denuncia dell'impianto di messa a terra);

b) Modello A (in caso di sistema di captazione delle scariche atmosferiche) e relativa valutazione del rischio di fulminazione;

c) Dichiarazione di conformità dell'impianto (ex legge 46/90);

d) Progetto dell'impianto di dispersione;

e) Schema unifilare dell'impianto elettrico con particolare attenzione agli schemi dei quadri elettrici;

f)  Nel caso di cabina di trasformazione propria, è indispensabile conoscere il valore aggiornato della potenza impiegata, il valore della corrente di guasto monofase a terra, e del tempo di risoluzione del guasto per poter valutare la resistenza massima ammissibile. Questi valori sono in genere presenti sul contratto di fornitura o da richiedere al proprio fornitore di energia elettrica.

ATTENZIONE: i tempi in caso di richiesta al fornitore possono arrivare anche alle due-tre settimane, si prega di agire con sufficiente anticipo.

Esame preliminare a vista

Sarà eseguita un'ispezione sullo stato generale dell'impianto elettrico in cui sarà valutata la rispondenza a norme e disposizioni di legge; sarà oggetto di controllo anche lo stato di usura e di danneggiamento delle varie componenti costituenti l'impianto.

Verifica della continuità delle macchine utilizzatrici

Sarà verificato l'effettivo collegamento di ogni macchina utilizzatrice all'impianto di dispersione.

Verifica della continuità delle prese (a campione) e dei quadri elettrici

Sarà verificato l'effettivo collegamento di ogni quadro all'impianto di dispersione e delle prese a spina (a campione).

Misura della resistenza di terra con il metodo volt-amperometrico, (in caso di cabina di trasformazione propria)

Misura della resistenza di terra attraverso la stesura di un circuito di prova.

A causa delle dimensioni del circuito di prova (da 3 a 5 volte il diametro dell'anello di terra) e quindi alla necessità di entrare in terreni limitrofi si consiglia di prendere contatto con i vicini e di avvisarli dello svolgimento della prova in questione, chiedendo il benestare al passaggio sul loro terreno.

Misura del tempo di intervento degli interruttori differenziali (a campione)

Saranno provati tutti i dispositivi differenziali (o un campione significativo) attraverso il tasto di prova e l'immissione nel circuito di una corrente di prova.

ATTENZIONE: durante questa prova sarà ripetutamente tolta la corrente per brevi periodi alle utenze che dipendono dall'interruttore verificato, si consiglia vivamente di segnalare utenze o zone dell'impianto soggette a particolari esigenze di continuità o di qualsiasi altro genere, prevedendo in questi casi un piano di prova che permetta la verifica di questi interruttori.

 

Chi siamo

Conosci il nostro team.

Attività

Scopri le nostre attività!

Progettiamo l'efficienza!

HEART La nuova ESCo su misura per te!

Contatti

Per saperne di più...

Wednesday, 28 Febbraio 2024
All Rights Reserved  Testa's Engineering Management Service P.IVA 03841981214